Eurovita

Eurovita S.p.A. è una compagnia assicurativa specializzata nel ramo vita. Ha sede in Italia ed un fondo di investimento inglese come proprietario, colloca i suoi prodotti attraverso 11 mila promotori finanziari, 2.500 sportelli bancari e 150 agenti, e ha un patrimonio gestito pari a 17 miliardi di euro.

Durante il CMDBuild DAY 2018 Giancarlo Quagliaroli, responsabile dei servizi IT, parla del loro progetto con CMDBuild READY2USE:

“Lo scenario attuale nasce nel 2018 ed è il risultato della recente fusione di tre società: Eurovita (che utilizza i canali bancari), OMWI (consulenti finanziari) e ERGO Previdenza (agenti); queste tre società avevano "DNA" diverso, in termini di canali di vendita, prodotti e modelli di servizio. Con la fusione l'idea è stata quella di costruire un modello che raccogliesse le differenti caratteristiche delle tre aziende, e le aspettative erano molto elevate, da parte del mercato, dei clienti e degli investitori. Abbiamo quindi dovuto creare una linea di base comune, fare una “standardizzazione”. Come parte di questa nuova organizzazione è stata creata una Service Management unit, i cui obiettivi principali erano l’Asset Management ed il Service Catalogue Management.

I “fattori chiave” per la scelta dello strumento erano i seguenti: conformità ITIL, costo limitato, approccio incrementale, flessibilità per la customizzazione. La scelta è stata una grande sfida, avevamo bisogno di qualcosa di “ben fatto” ma anche non troppo “pesante” da approcciare dal punto di vista del progetto, dal momento che dovevamo fornire dei risultati graduali. La soluzione CMDBuild è stata scelta poiché rispondeva a tutti questi requisiti.

Abbiamo iniziato con l'idea di concentrarci su alcuni processi specifici e abbiamo iniziato con l'Asset Management, che per noi era molto importante a seguito alla fusione delle tre società. Questo è stato un lavoro abbastanza facile, abbiamo fatto un buon lavoro in breve tempo, anche perché CMDBuild READY2USE fornisce molte funzionalità per questo scopo.

Il processo di Incident Management è stato anche implementato con un approccio incrementale: l'abbiamo implementato utilizzando l'idea di un “unico punto di contatto” che gestiva tutti gli incidenti, con categorie e sottocategorie, e quindi con una gestione a due livelli (un primo punto di contatto e poi alcuni gruppi che risolvono i problemi).

Il processo di Access Management è ancora in sviluppo: abbiamo implementato il modulo “Joiner” (nuovo dipendente), è in fase di sviluppo la parte del “Leaver” (persone che lasciano l'azienda) e stiamo analizzando il processo per il “Mover”, prevedendo di chiudere questa parte nell'anno 2018.

Un'altra parte importante è il Change Management, che è stato sviluppato ed è attualmente in fase di deployment.

Per quanto riguarda alcuni dati, per l’Incident Management abbiamo più di 200 utenti e finora nel 2018 sono stati gestiti oltre 6.000 tickets; questo è un numero elevato, che ci dà la possibilità di capire meglio quali sono i problemi all'interno dell'azienda e di risolverli in anticipo. Per l’Access Management, a partire da settembre 2018 tutti gli accessi ai servizi IT e Hardware dell’azienda vengono gestiti con CMDBuild, quindi siamo in grado di avere tutto lo storico e di tracciare, comprendere ed avere una visione chiara di tutta l'azienda.”

Puoi vedere l’intervento completo di Giancarlo Quagliaroli al CMDBuild DAY 2018.